3^ EDIZIONE

N°4

DATA: MAGGIO 2009

GLI  ARTISTI  SIAMO  NOI

"L'Arte non soltanto si vede, ma si vive".

Questo è lo slogan dell'Angelo Musco. La nostra scuola non passa certamente inosservata. Chiunque entri rimane colpito dall'armonia di colori che campeggia nel cortile, spazioso ed accogliente. Un grande cancello artistico si apre all'ingresso, in esso sono rappresentati i quattro elementi naturali: acqua, aria, terra, fuoco, con un richiamo agli antichi filosofi greci. E' una vera e propria scultura realizzata dall'artista statunitense Richard Helzer, invitato dall'artista, nonchè presidente della Fondazione “Fiumara d'Arte”, Antonio Presti. Ai lati del monumentale cancello, sui marciapiedi sono posate delle mattonelle di argilla con graziosi disegni e significative frasi prodotte dagli alunni. Alla realizzazione di quest'opera abbiamo lavorato tutti noi alunni, dai piccoli della scuola dell'infanzia ai grandi della scuola media. Osservando le mura coloratissime dell'edificio si ammirano grandi e variopinti murales che rappresentano opere famose di arte contemporanea. Fanno da cornice ad una piccola torre, situata vicino l'entrata principale della scuola, mattonelle prevalentemente bianche ed azzurre che compongono, grandissima, la scritta “Musco”, su uno sfondo grigio perla.I protagonisti di tutto questo siamo proprio noi ragazzi che amiamo “creare” cose belle e le vogliamo creare nel nostro quartiere, che spesso viene additato come periferia trascurata. Nei nostri laboratori, ne abbiamo tanti tra cui quello di ceramica, ci piace impastare argilla e … idee, perché possiamo rendere materiale la fantasia. E poi, in una scuola così è più bello studiare e l'Arte che ci circonda ci ispira ogni giorno!

LA REDAZIONE

 

LA  REDAZIONE  DELLA  MUSCO

La legalità

Nella vita ci sono tante regole da rispettare, noi pensiamo che la vita con le regole è un po’ difficile, però se immaginiamo un mondo senza regole sarebbe proprio una vergogna.

Nella vita c’è un cammino; se noi facciamo tutte le scuole, ci laureamo, avremo un bellissimo futuro e nella vita non avremo nessun problema, anzi saremo fieri di noi. C’è un mestiere nella vita che è il più brutto, ed è rubare, fare omicidi, etc..

Poi nella vita per stare veramente bene ci vuole una famiglia e un lavoro serio e sicuro.

Regole

 

1. non inquinare il mare, il giardino, l’ambiente

2. non spacciare droga

3. non fumare all’età di 13 anni, è pericoloso

4. non buttare le carte per strada

5. non bere alcolici quando si guida

6. stare attenti ad attraversare la strada

7. non prendere brutte strade

8. comportarsi bene a scuola

9. rispettare il semaforo

10. non vendere droga

Francesca Pecora, I C

LE  FOIBE

 

Con il termine "foibe" si intendono le uccisioni di migliaia di cittadini italiani compiute per motivi etnici-politici  alla fine (e durante) la seconda guerra mondiale iniziata il 1 settembre del 1939 e conclusa nell'8 maggio 1945.

Vittime:Nelle foibe sono stati gettati molti dei cadaveri delle persone eliminate dai partigiani jugoslavi. Le vittime civili e militari sono state fucilate

e gettate in foiba. In alcuni casi, come è stato possibile documentare, furono precipitate nell'abisso e non colpite o solo ferite.

Sebbene quest'ultima modalità di esecuzione fosse, come già detto, solo uno dei modi con cui vennero uccise le vittime dei partigiani jugoslavi, nella cultura popolare divenne il metodo di esecuzione per eccellenza ed un simbolo del massacro.Tra i caduti figurano membri del Partito nazionale fascista, ufficiali e funzionari pubblici, parte dell’alta dirigenza italiana contraria sia al comunismo e sia al fascismo.

Nel dopoguerra e dopo, non furono mai effettuate stime scientifiche del numero delle vittime, che venivano usualmente indicate in 15.000 (e talvolta 20.000). Studi rigorosi sono stati effettuati solo a partire dagli anni '90. Una quantificazione precisa è impossibile, vi è infatti una generale mancanza di documenti, che spesso non furono nemmeno emanati dalle autorità jugoslave. Il governo jugoslavo(e successivamente quello croato) non ha inoltre mai accettato di partecipare a inchieste per determinare il numero di decessi. Gli studi effettuati valutano il numero delle vittime come compreso tra le 5.000 e le 11.000.Le strumentalizzazioni politiche:I dibattiti sulle foibe sono stati (e tuttora sono) soggetti a strumentalizzazioni politiche. In ambienti di destra si afferma che vi fosse la pura e semplice volontà, da parte dei partigiani jugoslavi, di operare una pulizia etnica, terrorizzando gli italiani e facendoli fuggire dei territori occupati. Si sostiene che le foibe siano un crimine del comunismo. Il numero delle vittime viene esagerato.

A sinistra è diffuso un atteggiamento "giustificazionista" e "riduzionista" che contesta il numero delle vittime delle foibe correggendolo al ribasso e che sostiene che le uccisioni fossero per lo più limitate a esponenti fascisti, sia militari che civili, che avevano commesso crimini o che fossero ritenuti responsabili di crimini di guerra durante la seconda guerra mondiale in Jugoslavia. I ritrovamenti dell'autunno 1943:Con l'espulsione dei partigiani divenne possibile eseguire varie ispezioni nella foibe, dove furono rinvenuti i resti di numerosi cadaveri. Il compito di ispezionare le foibe fu affidato al maresciallo dei Vigili del Fuoco Arnaldo Harzarich di Pola, che condusse l'indagini da ottobre a dicembre del 1943.

Fu solo a partire dai primi anni '90, a seguito dei dibattiti provocati dal crollo del comunismo in Europa, che il tema delle foibe uscì dall'oblio e cominciò a essere discusso nei mass media. Anche su iniziativa degli ex comunisti, si è fatta luce su questi episodi, che hanno cominciato ad essere ufficialmente ricordati.

LA GIORNATA DELLA MEMORIA E' IL 10 FEBBRAIO .

Per non dimenticare.

 

Melania Fichera, Marica Torrisi II A

Belli mangiando

E’ definito “cibo spazzatura” qualsiasi alimento o bevanda che apporti grandi quantità di calorie in assenza di sostanze nutritive di rilievo .

Per questo e’ possibile essere obesi e malnutriti .

Aranciata, cole, gassose e cose simili  apportano calorie dagli zuccheri , invece  patatine , merendine , biscotti , grissini , salatini e cose simili apportano grassi .

I cibi  fritti , troppo dolci , fanno male!

Ti devi nutrire di cibo nutriente e di varie proteine .

Carboidrati

Carboidrati per aumentare la massa muscolare :

- chi va in palestra  necessita di carboidrati .

Calcio e Magnesio

Calcio e Magnesio contro l’  osteoporosi :

-Il calcio riesce a curare l’ osteoporosi.

Il magnesio riesce a creare nuove strutture ossee.

 

Vitamina A

Vitamina A per curare la PELLE SECCA :

-La pelle secca si forma quando il corpo ha poche vitamine.

Acqua

Acqua per eliminare le borse sotto gli occhi:

-L’acqua e’ importante per gli occhi, ma serve anche a far funzionare meglio tutto

l’organismo.

L’ Alopecia

I semi d’uva contro l’alopecia:

-Gli ormoni DHT sono batteri della caduta dei capelli.

-Le proteine per combatterli si trovano nei semi d’ uva chiamate PROANTOCIANIDINE.

Calcio e Vitamina C

Calcio e vitamina C per la bocca:

-I dolci fanno cadere i denti e fare infiammare le gengive.

Cicatrici

Peperoni per prevenire le cicatrici:

-Un taglio provoca cicatrici.

-I peperoni servono a far ricostruire i tessuti della pelle.

Lo Zinco

Lo zinco per dimagrire:

-Lo zinco placa l’ appetito.

-Il minerale che consiglia al nostro organismo di immagazzinare carboidrati,

invece, che immagazzinare grassi.

 Vitamina E

La vitamina E serve a prevenire le rughe e tutte le malattie cardiovascolari. 

 

Bara Michael e

Coco Francesco I A

         La posta del cuore  a cura di Maria e Giusy 5^B

Cara posta del cuore, sai che mi sento male ?

Ho litigato con una delle mie migliori amiche .

Mi  sento male per questo: mi confortava, mi aiutava nelle imprese difficili

e mi faceva essere sempre felice, perché, era sempre accanto a me.

Datemi un consiglio per riavvicinarla. Da anonimo..

                                             Risposta

Cara ragazza, un consiglio per ravvicinarlo? Fai in modo che non ti eviti!

 

L’ inquinamento

L’ inquinamento ambientale è al centro delle attenzioni di tutti quegli ambientalisti, che si occupano soprattutto della difesa dell’ambiente in cui vivono con una posizione, quindi molto concreta.

                            L’inquinamento forestale                         

L’azione operata dagli inquinamenti del’aria nei confronti dell’ambiente è sotto gli occhi di tutti. Il declino inesorabile del patrimonio animale,forestale ed acrilico, la degradazione degli ecosistemi,i danni provocati alle strutture metalliche.  

         L’ inquinamento marittimo

Disperdere nell’ ambiente l’ olio utilizzato in cucina, come quello nelle scatolette di tonno, nuoce gravemente alla salute dei mari dove questo defluisce dopo essere stato nel lavandino. L’ olio, infatti è difficile da smaltire, distrugge l’ equilibrio che regola certi ecosistemi, disperso nell’ acqua ne impedisce l’ ossigenazione e provoca danni a scarichi e impianti fognari.

           L’ inquinamento corporeo

L’ inquinamento non avviene soltanto nei luoghi naturali, ma, anche sul nostro corpo attraverso fumo, alcol, ecc… La cosa che noi vorremmo farvi capire e che non inquinare l’ ambiente e non “sporcare” il nostro corpo è molto importante, ed è per questo motivo che dobbiamo imparare a rispettare sia noi stessi, ma anche rispettare l’ ambiente in cui viviamo.

 

Francesco Zumbo

e Giuseppe Ruggirei II F                                                  

ALLA SCOPERTA DI UN’ARTE:

IL karate

 

Il karate è una disciplina nata in Giappone praticata dai Samurai, antichi guerrieri giapponesi.  Questo tipo di sport non serve per autodifesa, ma per controllare le proprie emozioni. I primi maestri arrivarono intorno al 1920 in Europa dove oggi quest'arte è molto praticata, ed è diventata quasi alla moda. E' una disciplina caratterizzata da diversi movimenti che coinvolgono tutto il corpo, ma non solo. Chi pratica questo sport deve affinare la concentrazione ed anche per questo motivo viene consigliato ai più giovani, i quali spesso ricavano benefici anche nel rendimento scolastico. Nella nostra scuola abbiamo svolto lo scorso anno un  progetto di karate che ha avuto molto successo e aspettiamo con ansia che venga riproposto. E' stata un'esperienza importante perchè ha contribuito ad una maggiore socializzazione, e per noi ragazze è stata una piacevole scoperta notare come questa disciplina non sia prettamente maschile, ma possa essere ben praticata anche dalle donne.

 

MANUELA BELLADONNA, I F

VALENTINA DI BELLA, I E