Menù Principale
· Home
· Album
· Archivio articoli
· Argomenti
· Calendario
· Cerca
· Contatta l'Amministratore
· Contenuti
· Downloads
· Enciclopedia
· Giochi
· Invia News
· Links a siti utili
· Passaparola
· Profilo Utente
· Sondaggi
· Statistiche
· Top 10
Calendario Eventi
Novembre 2017
  1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
 Oggi:
 Aspire to Inspire

Suggerisci un evento Suggerisci un evento
Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.
Cerca nel sito


In Primo Piano
Nuova pagina 1

· Bullismo e cyberbullismo

· Archivio di "In primo piano"

 

La Scuola
Nuova pagina 1

Uffici Amministrativi

· Conto consuntivo 2009

· Graduatorie d'istituto

· Messa a disposizione infanzia

· Messa a disposizione primaria

· Orario Ata e Coll. Scol.

Utilità e Servizi
Meteo
Rubriche
Nuova pagina 1

· Le parole della scuola

· Salute

· Sicurezza in internet

· Spigolature
Chi è in linea
In questo momento ci sono, 52 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Non ci conosciamo ancora? Registrati gratuitamente Qui
Inno alla vita
poesia

Perchè vi inquietate ?

di incarcerato

A te ragazza, amica mia, che per caso mi leggi e che ti sento spenta dentro e ricerchi riparo in amori impossibili. Tu ragazzo, amico mio, che ogni tanto dai uno sguardo fugace nei miei scritti e credi di non essere più all’altezza in questa vita. Giovani che passate le giornate inseguendo sogni, e piano piano vi accorgete che sono impossibili da realizzare. Voi che vi abbattete al primo fallimento che incontrate e il mondo vi crolla subito addosso. Tu ragazza che riempi il tuo diario di splendide parole e inondi le pagine di lacrime. Ragazzo che a trentanni vivi ancora con i tuoi genitori perchè non hai ancora un vero lavoro e quanto senti salato il pane che quotidianamente ti danno. Ragazza mia, che vedi assiduamente quei cazzo di telefilm americani dove le donne della tua età sono bellissime, ottime ballerine, piene di fans e tu ti senti inutile. Molti di voi finiscono nella peggiore depressione, nel miglior caso in una profonda inquietitudine . L’uomo che ti lascia, il genitore che assiduamente ti rimprovera, la donna che non ti ammira. Piangete nel buio della notte, al riparo della vostra stanza, soffrite e qualche volta il pensiero della morte vi sfiora. Quanti giovani si sono suicidati? Molti!Ma pensate che la vostra vita è una vera sofferenza? Forse si!Un consiglio, andate dai vostri nonni o da un anziano che conoscete. Fategli compagnia e parlategli dei vostri problemi, loro sorrideranno e vi abbracceranno. Vi racconteranno che hanno vissuto la guerra, che hanno visto cadere le bombe sulle loro teste, che hanno visto la gente arse vive dalle fiamme. Hanno conosciuto la dittatura, la fame, il freddo tagliente.Andate da qualche anziano ebreo, raccontategli le vostre inquietitudini. Vi darà una pacca sulle spalle e vi racconterà della sua deportazione, della vita in un campo di sterminio. Ragazzi, non deprimetevi, non vi inquietate, voi dovete sorridere della vita, sorridiamo di questa vita! L’anziano uomo vi aiuterà a risollevarvi e ad affrontare con serenità questo mondo.Vi regalo alcuni passi di una poesia, è di un poeta Sloveno morto a 22 anni. Gustatevela, ha una carica straordinaria.

PERCHEVI INQUIETATE?

Perchè vi inquietate?
Forse perchè si è guastato l’orologio?
Il sole tramonta.
Lo spirito raccoglie impressioni.
Cerco immagini in movimento.

I fatti perseguitano l’arte.
Giovani, giovani, orsù, coraggio!
Ciò che vi serve
ve lo dà il dolore.
Con fischi e sberleffi
prendiamo di mira il nazionalismo.
L’occhio si cerca nell’acqua.
Là si acquieta il mio spirito.

Vada al diavolo il mondo intero!

A volte, quando sono disperato a morte,
penso a te, bianca ragazzina.
Tutte le impressioni sono verdi.
Il tuo amore è di un verde
così soave e tenero
come i verdi riflessi dell’acqua.
Lo spirito accumula impressioni.
Una percezione passiva è letargia…
Lo spirito attivo raccoglie immagini.
Guarda indietro e davanti!
I fatti perseguitano l’arte.

Giovani, giovani, suvvia, coraggio!
Io sono coraggioso per tre.
Giro in una barca d’oro.
Dalla sofferenza attingo
tutto ciò di cui ho bisogno!

Srecko Kosovel

Postato il Sunday, 15 June 2008 ore 23:34:48 CEST di adriana
 
Links Correlati
· Inoltre poesia
· News by adriana


Articolo più letto relativo a poesia:
Inno alla vita

Valutazione Articolo
Punteggio Medio: 5
Voti: 2


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico

Argomenti Correlati

intorno alla psicologia